Nell’autunno del 2017 la Confe­derazione ha avviato un piano d’azione per ridurre il rischio legato ai prodotti fitosanitari (v. sotto). In questo ambito, con il sostegno della fondazione Hauser e di Sativa Rheinau, Agroscope e la cooperativa agricola fenaco hanno avviato un progetto incentrato sui trattamenti alternativi delle sementi. In questo progetto Agroscope ha effettuato analisi di laboratorio e sul campo per verificare l’efficacia dei trattamenti con acqua calda e vapore sulle sementi di cereali.

Efficacia contro le malattie sulla superficie dei semi
L’attenzione si è focalizzata sulla muffa delle nevi, sulla carie comune e sul carbone. I ricercatori di Agroscope hanno analizzato in laboratorio la capacità di germinazione e la salute delle sementi dopo il trattamento. Rispetto agli altri metodi, quello con il vapore ha vantaggi evidenti: breve durata del trattamento, convenienza ed efficacia contro le malattie che si trovano all’esterno dei semi. Uno svantaggio è invece che diversamente dal costoso bagno in acqua calda, il vapore non funziona contro le malattie che si trovano all’interno delle sementi, come ad esempio gli agenti patogeni del carbone.

Necessità di diagnosi migliori
«Il trattamento con il vapore sarà ora impiegato su vasta scala. Per migliorare anche la protezione contro gli agenti patogeni nell’embrione del seme è importante ottimizzare le opzioni di diagnosi. Combinato con una migliore diagnosi delle malattie, il trattamento con il vapore contribuirà a ridurre l’impiego della concia chimica di sintesi e al contempo a produrre cereali sani» sottolinea Karen Sullam, a capo del progetto sui trattamenti alternativi delle sementi di cereali presso Agroscope.

Necessità di adeguare la certificazione delle sementi
Nella pratica è possibile passare dalla concia delle sementi convenzionale al trattamento con vapore, ma le annate caratterizzate da condizioni climatiche impegnative e da un’elevata incidenza delle malattie possono rappresentare una sfida. Nei prossimi anni saranno raccolti ulteriori dati ed esperienze dalla pratica in questo ambito. È inoltre necessario adeguare la procedura di certificazione delle sementi definendo preventivamente le condizioni di trattamento ottimali per ciascuna partita tramite un test su scala ridotta.

Ulteriori informazioni
Contesto della collaborazione: nei periodi 2018–2019 e 2019–2020 i ricercatori dei Gruppi Protezione dei vegetali ecologica in campicoltura e Qualità delle sementi di Agroscope hanno condotto esperimenti sul campo e analisi di laboratorio con frumento e orzo invernali. Alla luce dei risultati di queste ricerche, la cooperativa agricola fenaco sta ora puntando sul trattamento con il vapore. Informazioni dettagliate in merito si trovano nel comunicato stampa di fenaco del 10 novembre (consultabile sul sito www.fenaco.ch).
Per garantire il controllo della qualità, in futuro Agroscope analizzerà campioni di sementi non trattate e trattate con vapore.

Piano d’azione per la riduzione del rischio e l’utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari
Nel settembre del 2017 il Consiglio federale ha approvato il Piano d’azione per la riduzione del rischio e l’utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari (comunicato stampa del Consiglio federale del 6 settembre 2017). Il piano prevede il ricorso a prodotti fitosanitari chimici di sintesi soltanto quando nessun’altra misura di lotta è in grado di garantire una protezione adeguata delle piante.

La concia delle sementi oggi
Nella produzione cerealicola la concia chimica di sintesi delle sementi costituisce tuttora un’importante misura preventiva di protezione delle sementi da parassiti e malattie fungine (p. es. carboni). Disporre di cereali panificabili e da foraggio sani è molto importante per la sicurezza dell’approvvigionamento in Svizzera. Le malattie trasmesse tramite le sementi, quali la muffa delle nevi (Microdochium majus), la carie nana e la carie comune (Tilletia caries / Tilletia controversa) e il carbone (Ustilago spp.) provocano ingenti perdite di raccolto. Inoltre, i metaboliti della carie comune sono ad esempio pericolosi per la salute dell’uomo e degli animali.

Agroscope